domenica 23 gennaio 2011

Do you wanna live?

cacchio avevo promesso che avrei scritto più recentemente ma non ho mantenuto la promessa... andrò dritta all'inferno! (mia madre mi diceva così quando sapeva che nn avrei mantenuto una promessa hahah)
la vita a londra procede... ma mi aspettavo di più.
in tante mi chiedete le motivazioni per cui ho fatto questo passo....
io ho sempre sognato di mettermi in gioco, ma poi ci ripensavo e preferivo stare comoda a casa mia... nella mia vita ho fatto un'immensità di casini, niente di grave (mamma tranquilla, non mi sono mai drogata e non ho mai ucciso nessuno) ma volevo lasciarmi tutto alle spalle e volevo ricominciare... con la morte del mio amico ho capito veramente che la vita è un lampo e non volevo più rimandare. Ma credevo che scappare dai problemi li avrebbe automaticamente cancellati. NO.. i problemi sono come un tappo di sughero.. tornano SEMPRE a galla… e mi inseguono anche qui a londra. Per problemi non intendo niente di eclatante! Non sono una ricercata con un taglia sopra la testa.. per problemi intendo quelli quotidiani.. quelli di un amore tormentato, di un ex insistente, di un’amica sfortunata… pensieri made in italy.
Oggi lo ammetto… sono molto demoralizzata, abbattuta, confusa e triste.
Sono talmente indecisa sulla vita che troppe persone a volte ci rimettono. Londra è carina… ma mi aspettavo tantissime cose in più.
E’ un paese di ubriaconi, irrispettosi e maleducati.
Se non ero per una via principale di piccadilly circus penso che ieri potevo rimanere uccisa da uno a cui ho INVOLONTARIAMENTE pestato un piede… le sue scarpe erano nuove (mi disse) e si era arrabbiato con me.
gli ho detto: “SCUSA SE CI SONO ANCHE IO SUL MARCIAPIEDE!” e mi ha troppo guardata male…
mi aspettavo una città dai mille colori, ma la solfa è sempre quella… ci sono quasi più stranieri che inglesi, i commercianti lo sanno e sfruttano noi poveri disgraziati che siamo disposti a tutto pur di lavorare.
Io ancora non ho trovato niente, ma spero di farlo presto. Onestamente non ho voglia di tornare in italia.. non so perché ma non mi manca. Mi manca casa mia, i miei genitori, i miei amici, le mie cose e i miei SPAZI. Ma come già sapete.. l’italia mi sta troppo stretta per il momento.
Sto pensando di andare a fare la ragazza alla pari in america.. ma ancora devo capire bene il meccanismo e vedere se potrebbe andarmi bene. La ragazza alla pari è una sorta di TATA che la gente accoglie in casa propria, hai una tua stanza e 5 giorni su 7 devi badare a loro, alla loro casa e ai loro figli. Oltre ad avere l’alloggio “gratis” hai un minimo stipendio che ti permette di goderti l’america quei giorni liberi che si ha a disposizione.
Ero intenzionata a rimanere a londra (o a provarci)… ora no. Londra non fa per me. Spero di trovare un lavoro presto in modo da mettere da parte dei soldi e andare da qualche altra parte. America, argentina, brasile, spagna, india. Ahahhaha quanta gente l’avrà detto e magari non l’ha mai fatto? Penso tanta! Ma l’idea di girare, vedere posti diversi, VIVERE una città mi ha sempre appassionato.
Mi piacerebbe poter fare mille cose, le tante cose che tutti sperano di fare ma che poi in realtà TANTI (troppi) non fanno. Quanti dicono “lascio tutto e giro il mondo” ma chi lo fa in realtà? A parecchi piace dire questa frase ma poi non si mettono nemmeno sul sito della compagnia aerea per programmare un ipotetico volo. Se fosse per me camperei il resto della mia vita così. Andare in un luogo, lavorare, vivere li, quando mi stanco, mi sposto e rifaccio quello che ho fatto prima finchè non mi stufo e non mi sposto di nuovo.
Alla fine per vivere è d’obbligo dover lavorare. Invece di trovarmi un’occupazione in italia e fare SEMPRE la stessa vita (lavoro-casa-marito-figli-lavoro-casa-marito-figli) lavoro per poter vivere e girare il mondo.
Non vorrei diventare una desperate housewife..
Chissà… può darsi pure che tra un mese ci ripenso e me ne torno comodamente a casa mia perché sarebbe la cosa più facile da affrontare.

20 commenti:

  1. Ciao cristy!Capisco che sia dura ma è bello il tuo modo di affrontare le cose!Fossi stata io sarei già tornata di corsa a casa,sbagliando..
    In bocca al lupo,e buone cose,le meriti davvero!
    Un bacioo

    RispondiElimina
  2. Crì, Londra non fa per te..spero tu possa trovare delle belle opportunità..magari altrove..ti mando un bacio!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Cri! Ti scrivo per dirti che hai tutto il mio appoggio e supporto.
    Dopo la maturità non sapevo cosa fare e ho preso un anno sabatico per pensare bene a cosa volessi fare nella mia vita. Intanto ho iniziato a trovare lavoro ma nessuno mi ha mai chimata. Ora mi sono iscritta all'università...è stata molto dura per me riprendere a studiare e ho il continuo tormento di poter fallire una seconda volta (non so perchè, ma sento che l'anno sabatico trascorso a far niente è stato già un fallimento per me).
    Ho perso una grande opportunità: quella di partire. Un'opportunità che mi potevo e dovevo creare io. Non ho pensato alla possibilità di fare la ragazza alla pari, così mi sono distrutta la mente perchè non riuscivo a trovar lavoro e non avevo abbastanza soldi per andare in Canada, dove vive un mio zio. Avrei potuto fare tante esperienze lì: avrei lavorato nell'azienda di mio zio, mi diceva che mi sarei potuta iscrivere a qualche college...invece sono rimasta nella mia grigia Milano che mi ha offerto solo nebbia e cemento.
    Mi pento e mi mangio le mani se penso che ho buttato un anno così. Ti scrivo queste cose perchè ti ammiro, perchè hai avuto il coraggio di fare questo primo passo e io ti prego Cri, non tornare indietro, te ne pentiresti. Prendi in mano la tua vita e godertela, segui ciò che vuoi fare.
    Provare con la strada della ragazza alla pari non è una cattiva idea. Certo, dipende da quanto si è fortunate! Ti posso dire che ho conosciuto una ragazza all'università che dopo la maturità si è fermata anche lei e (non so tramite chi e/o cosa) ha trovato una famiglia con moglie italiana ed entrambi i coniugi architetti. Una famiglia benestante insomma. La pagavano 750 euro al mese per curare il bambino, in più le hanno pagato 2 mesi di corso (per un totale di circa 900 euro) di tedesco (non ho detto che è andata in Austria). In totale è stata lì 9 mesi, ha conosciuto un sacco di persone, ha imparato una nuova lingua e in più si è messa via una somma degna di nota!

    Non so, probabilmente ho scritto cose senza senso. Ciò che volevo dirti è semplicemente di fare sempre quello che vuoi, finchè ne hai le possibilità. Se Londra non ti piace spostati, come hai detto tu. Una città piena di colore è Barcellona. Potrebbe essere una valida alternativa secondo me. Ma anche l'idea di sbarcare al Nuovo Continente non è affatto male, anzi, credo che tutti dovremmo vivere per un po' di tempo negli USA.

    Ora scappo, ti saluto Cri e ti faccio i miei più sinceri auguri che tutto vada bene. Te lo dico di nuovo, come te lo hanno già detto in tante, ti ammiro moltissimo e hai tutta la mia stima. Un abbraccio forte! :)

    RispondiElimina
  4. ciao carissima,sto seguendo la tua avventura in uk sperando tutto ti vada al meglio possibile e mi dispiace tanto questo post. ora so di non conoscerti bene, di non sapere tante cose di t e e tutta la tua vita, le tue aspirazioni ed i tuoi desideri, ma vorrei darti un piccolo consiglio o meglio raccontarti un po di cose.londra non è tutta l'inghilterra.io vivo in uk da tre anni e sono felicissima.non vivo a londra, ma in un altra grande città dove gli affitti ed i trasporti costano un terzo, dove non c'è una marea di gente a competere per il lavoro, dove c'è molta piu educazione e rispetto per le persone.hai detto bene, a londra si approfittano delle persone che vanno li per lavorare, soprattutto dei ragazzi, ma se non ti piace prima di tornare a casa o addirittura pensare all'america, pensa a cambiare città in uk. ho conosciuto valanghe di persone che sono state anni a londra, e con stipendi più che dignitosi non sono riusciti a mettere da parte niente perchè tutto andava via in affitto e mezzi.ho conosciuto tanta gente che da londra si è trasferita in altre città come edimburgo, liverpool, birmingham, sheffield e altri posti e sono rinati in termini di qualità di vita e stato economico. certo fa piu figo dire che vivi a londra e vai a passeggiare ad hyde park e piccadilly, ma questo lo puoi fare da turista! tra gli inglesi c'è proprio un detto che dice ''LONDRA NON E'INGHILTERRA'', è come pensare che l'italia sia tutta come milano o come il centro di città quali venezia e firenze, che sono solo trappole per turisti. guardati attorno, vai online sulle agenzie di lavoro e cerca in tuta l'inghilterra, anche come ragazza alla pari, prima di mollare la spugna! in bocca al lupo e incrocio le dita per te!

    RispondiElimina
  5. Ciao Tesoro mio, sono la tua mamma.
    Per prima cosa vorrei ringraziare le ragazze che hanno postato prima di me perché le loro parole mi hanno commossa!
    Quello che voglio aggiungere io, oltre a dirti che ti amo, ti ammiro e che sono orgogliosissima di te (ma questo già lo sai) è che qualunque sia la tua scelta io ti sarò vicina. Se pensi di andare in America o in qualunque altro Stato del mondo io ti sarò vicina ... tranquilla non ti preoccupare per me e papà. Ti leggo un pochino triste chicca! Ma credo sia normale che dopo un pochino di tempo fuori casa la mente elabori e valuti. I dubbi verrebbero a tutti in situazioni simili alle tue. Si comincia a pensare "ma che ci sto a fare quì?" "chi me lo fa fare?" ecc. ecc. Tu non mollare. Combatti la malinconia. Non pensare a cosa hai lasciato ... pensa a te e a quello che VERAMENTE vuoi.
    Leggendo quello che ti ha scritto Anna prima di me credo che lei abbia ragione sai? Non mi fermerei a Londra city valuterei anche altre città, magari come inizio possono essere effettivamente ottimi punti di partenza per iniziare l’avventura inglese. Dopo magari se lo ritieni opportuno ti puoi spostare a Londra! Comunque sia devi essere orgogliosa di te stessa come lo sono io di te! La mia "piccola bambina", oramai donna, va alla conquista del mondo, da sola!
    Tesoro mio non sai quanto ti amo tu lo sai bene che nessuna distanza ci potrà separare MAI.
    Si, siamo lontane fisicamente ma lo sai bene che tra di noi c’è qualcosa di particolare, mi riferisco allo strano fenomeno di cui ti parlo spesso, ricordi? Quando magari guardando il cellulare ti penso inizio a scriverti un sms ed ecco che arriva immediatamente un TUO sms. Oppure quando pensiamo la stessa cosa e dicendolo ci accorgiamo che era “stranamente” lo stesso pensiero. Come stamattina per raccontare l’ultimo evento: mentre ti scrivo qui, adesso, (mi trovo in ufficio) squilla il telefono dell’ufficio rispondo e sei tu! Insomma patatina mia come vedi c’è una forza più grande di noi che ci mette in contatto e questo mi da tanta forza così come la deve dare a te, capito? Tranquilla piccola! Non temere nulla! Sei una grande convincitene! Perché lo sei! Anche se dovessi fallire e tornare indietro ai tuoi passi. Per me solo il fatto che tu esisti è motivo di orgoglio per me.
    Ti amo. La tua mamma

    RispondiElimina
  6. Ciao Cristina,sotto il video in cui ci rendevi partecipi della tua decisione te scrissi e in tante mi criticarono....te lo avevo detto che Londra non è come uno se la immagina..a me infatti non è piaciuta affatto e non ci tornerei neanche se mi regalassero il viaggio, nn mi ha colpito nulla in particolare (a parte la stranezza e il caratteraccio degli inglesi), è ottima per un fine settimana di shopping e nient'altro. Comunque in bocca al lupo

    RispondiElimina
  7. Criiiii, mi sono commossa leggendo il commento di tua mamma, immagino tu :)
    Non mollare, mi raccomando! A volte capitano i momenti di sconforto quando si vive all'estero ma passa tutto!
    In bocca al lupo

    RispondiElimina
  8. hai una mamma meravigliosa.. mamma mia ho gli occhi lucidi.. :'(

    RispondiElimina
  9. ciao..
    ti scrivo un commento perchè non posso farne a meno dato che ho avuto un'esperienza molto simile alla tua...e voglio dirti,non mollare e non trarre subito le conclusioni.
    Arrivare in una città come Londra o Barcellona(io ho vissuto li) o in qualsiasi grande città internazionale..è difficile.sì.molto spesso la realtà in qualche modo delude le aspettative che ci si fanno prima di partire sentendo i racconti di chi si è trasferito all estero e parla di città coloratissime,libere e sorprendenti.....ma devi considerare il fattore impatto.
    Io quando sono arrivata a Barcellona vivevo in una stanza orribile,senza acqua calda,senza riscaldamento,con dei coinquilini che non mi parlavano.
    non conoscevo nessuno,la città mi sembrava enorme e non riuscivo ad orientarmi....è stata dura....e ci è voluto molto più tempo di quanto pensassi per sentirmi a casa...ma non ho mollato e dopo qualche mese ho cominciato a vedere tutto con occhi diversi,e non riuscivo nemmeno ad associare i miei pensieri negativi precedenti con quello che vivevo...mi sono resa conto dopo di quanto tutto mi aveva rafforzato,di come col tempo avessi elaborato la mia dimensione in una città cosi grande e diversificata.
    Ci vuole del tempo e molto lavoro su se stessi per trovare il proprio "posto" in città di questo genere,trovare le persone giuste da conoscere ecc.
    Però ne vale la pena,non sarai piu la stessa e ti renderai conto di vederci meglio degl altri,come se ti crescesse un"terzo occhio"alimentato da esperienze forti....
    quindi mi permetto di consigliarti di cercare di combattere la malinconia ed avere un po di pazienza e soprattutto di tirare fuori tutta ma proprio tutta la forza che una persona come te,che decide di mettersi in gioco e partire, sicuramente ha.
    buona fortuna di cuore,
    A.

    RispondiElimina
  10. Splendida la tua mamma!
    Ma quante ne trovi che ti amano, come dovrebbe esserte, spingendoti verso la tua libertà?!
    Complimenti a tua mamma e un bacione a te Cri, sei una grande e troverai il tuo posto!

    RispondiElimina
  11. che carina che è stata la tua mamma!
    Cri,non mollare!!!! :)

    RispondiElimina
  12. Ciao! Hum.... Magari vuoi lavorare come profesoressa? Non tante persone conoscono italiano in Polonia. Ho trovato per te oferta di lavoro nella scuola privata delle lingue in Wroclaw, vicino di me. Qui e una oferta:
    http://www.epraca.com.pl/lektor_nauczyciel_jezyka_wloskiego_136328.html
    Rispondi magari in inglese, non lo so se capiscono italiano;)
    Mi scusi per italiano, sono Polaca.:P
    Ti voglio bene cmq. :))
    Aleksandra,22 hanni. Opole
    olsl03@wp.pl

    RispondiElimina
  13. messaggio per la mamma di cristina:
    forza e coraggio signora, vedrà che andrà tutto bene! ce la possiamo fareeee
    per la mamma e la cristina: hi hip huraaaaa!!!!!
    Anna

    RispondiElimina
  14. cuggia mannaggia alla miseriaccia non te voglio sentì così.. sei sempre stata coraggiosa (sicuramente più di me) e non devi farti abbattere! i problemi che hai lasciato buttali in un cantuccio, non dico di cancellarli, perchè ti saranno utili quando un domani li avrai superati e guardandoli di nuovo ti renderai conto che non valeva la pena arrovellarsi il cervello!!!
    mi dispiace che Londra non sia quella che ti aspettavi, forse come molti dicono è bella solo per la vacanza..poi viverci magari è un'altra cosa! anyway... sono contenta che comunque stai pensando ad un'altra cosa, ovviamente l'ipotesi di tornare a casa non sarebbe una sconfitta, anzi..ti fa onore il semplice fatto di averci provato!! però valuta altre alternative, ci sono altre città che possono offrirti molto, poi l'america sarebbe il tuo sogno quindi sarebbe fantastico... ti mando un grande bacione! ok? stai su.. ti voglio tanto bene patata...

    RispondiElimina
  15. forza Cryyyyyyyyyyyyyyyyyyyyy! Ci si mette un po' ad ambientarsi..ma poi ne vale sempre la pena spostarsi in un'altra città! Ti cambia dentro!

    Bacio by Cry

    RispondiElimina
  16. hai un coraggio fortissimo!! ti ammiro molto!!! ^____^
    chissà forse un giorno lo farò anch'io....
    bacioniiii

    RispondiElimina
  17. http://polveredistelle-makeup.blogspot.com/
    ti aspetto da me!

    RispondiElimina
  18. Grazie Anna e grazie a tutte voi.... sono la mamma di Cristina! Tra un'ora parto e la raggiungo solo per un paio di giorni :( purtroppo!
    Non mi sento una mamma speciale o diversa dalle altre mamme, anche loro (le vostre mamme) in qualche modo sono speciali! Non abbiate timore di raccontare a loro i vostri sogni, come fa Cristina con me, vedrete che anche loro faranno di tutto affinché i vostri sogni si avverino.
    Un bacione a tutte. Ciao
    Ps. Non non vedo l'ora di arrivare a Londra per "spupazzarmi" la mia "bambina" :)))

    RispondiElimina
  19. http://missfirstmarch.blogspot.com/2011/01/stylish-blogger-award.html :)

    RispondiElimina
  20. C'è una sorpresina per te :)

    http://jillianconsigli.blogspot.com/2011/02/stylish-blogger-award.html?showComment=1297254593920#c1487470478055342132

    RispondiElimina